L’opportunità in pillole

REGIONE SARDEGNA – Utilizzo della lingua sarda, del catalano di Alghero e del sassarese, gallurese e tabarchino nel settore dei mass media, dell’editoria, dell’informatica e del web Annualità 2023/2024

Purtroppo non puoi accedere a questo contenuto 😕

Però possiamo rimediare subito 🤓

Se non hai eseguito il login

Accedi cliccando qui

Se non sei registrato/a

Registrati in pochi clic da questa pagina

Se la prova di 30 giorni è scaduta

Richiedi un rinnovo gratuito rispondendo all'e-mail di iscrizione iniziale

i

Settori

Cultura, Servizi

Territorio

Sardegna (Cagliari, Nuoro, Oristano, Sassari, Sud Sardegna)

Destinatari

PMI e Micro Imprese

Tipologia di aiuto

Contributi a fondo perduto

Investimenti spesati

Assunzioni e Personale, Consulenze/Servizi

Complessità

Intermedia
q

Data di apertura

04/09/2023 10:00
q

Scadenza

Bando chiuso

Cosa puoi fare adesso:

Attenzione: per accedere a questo bando l'azienda deve essere in possesso di specifiche qualifiche o iscrizioni. Trovi il dettaglio di questi requisiti nel testo riassuntivo qui sotto.

Descrizione

La Regione Sardegna, concede contributi finalizzati al sostegno e all’incentivazione dell’utilizzo della lingua sarda, del catalano di Alghero, del sassarese, del gallurese e del tabarchino.
Ai fini del presente Avviso sono lingue minoritarie il sardo e il catalano di Alghero, mentre sono varietà alloglotte il sassarese, il gallurese e il tabarchino.

L’Avviso IMPRENTAS 2023-2024 è articolato in 5 linee d’intervento:

  • LINEA  A: pubblicazione di articoli su quotidiani, periodici regionali e testate giornalistiche on-line regionali;
  • LINEA B – produzione, distribuzione e diffusione di opere editoriali in formato cartaceo o multimediale;
  • LINEA C1 – produzione di programmi radiofonici trasmessi con ogni mezzo di diffusione;
  • LINEA C2 – produzione di programmi televisivi trasmessi con ogni mezzo di diffusione;
  • LINEA E – sostegno alle emittenti televisive e radiofoniche che trasmettono, anche in forma associata, esclusivamente nelle lingue minoritarie e nelle varietà alloglotte.

Gli interventi finanziati dovranno essere realizzati utilizzando solo ed esclusivamente la lingua sarda, il catalano di Alghero e/o le varietà alloglotte: sassarese, gallurese e tabarchino.

Soggetti beneficiari

Possono accedere al contributo le aziende editrici di giornali quotidiani, testate giornalistiche periodiche o testate giornalistiche.

Possono accedere al contributo le imprese aventi le seguenti caratteristiche:

  • iscrizione al Registro delle imprese con codice ATECO J58. Il codice ATECO J58 deve essere quello principale dell’impresa;
  • realizzazione di almeno il 90% del fatturato in Sardegna;
  • produzione e distribuzione di almeno 5 titoli negli ultimi 2 anni;
  • applicazione dei contratti nazionali di riferimento per i propri dipendenti.

Entità e forma dell’agevolazione

Per ogni linea di intervento sono previste le seguenti forme di agevolazione:

  • LINEA  A e sottolinea VISTA:
    •  La spesa ammissibile sulle cartelle (SC) è così calcolata: SC = numero di cartelle da realizzare x € 80,00;
    • I progetti dovranno prevedere spese ammissibili per un massimo di 25.000,00 euro per i quotidiani e di 22.000,00 euro per le testate periodiche e per le testate on-line. Il contributo del presente Avviso copre l’80% delle spese ammissibili e comunque fino a 20.000 euro per i quotidiani e 17.600 euro per le testate periodiche e per le testate on-line.
  • LINEA B:
    • I progetti dovranno prevedere spese ammissibili per un massimo di:
      • 16.000 euro per il formato cartaceo;
      • 12.000 euro per il solo formato e-book.
    • Il contributo del presente Avviso copre l’80% delle spese ammissibili e comunque fino a:
      • 12.800 euro per il formato cartaceo;
      • 9.600 euro per il solo formato e-book.
  • LINEA C1:
    • I progetti dovranno prevedere spese ammissibili per un massimo di 30.000,00 euro;
    • Il contributo del presente Avviso copre l’80% delle spese ammissibili e comunque fino a: 24.000,00 euro.
  • LINEA C2:
    • I progetti dovranno prevedere spese ammissibili per un massimo di 60.000,00 euro;
    • Il contributo del presente Avviso copre l’80% delle spese ammissibili e comunque fino a: 48.000,00 euro.
  • LINEA E:
    • I progetti dovranno prevedere spese ammissibili per un massimo di 70.000,00 euro;
    • Il contributo del presente Avviso copre l’80% delle spese ammissibili e comunque fino a: 56.000 euro.

L’Avviso prevede uno stanziamento complessivo pari a 1.554.562,50 euro, di cui 1.243.650,00 euro nel 2023 e 310.912,50 euro nel 2024, con la seguente ripartizione:

  • € 200.000,00 per la Linea A per la pubblicazione di articoli su quotidiani, periodici regionali e testate giornalistiche on-line regionali;
  • € 80.000,00 per la Linea B per la produzione, distribuzione e diffusione di opere editoriali;
  • € 250.000,00 per la Linea C1 per la produzione di programmi radiofonici;
  • € 954.562,50 per la Linea C2 produzione di programmi televisivi;
  • € 70.000,00 per la Linea E per il sostegno alle emittenti televisive e radiofoniche che trasmettono esclusivamente in lingua minoritaria.

Attività finanziabili e spese ammissibili

Sono ammissibili le seguenti spese suddivise per ciascuna linea di intervento:

  • LINEA  A:
    • Sono ammissibili unicamente le spese relative ai giornalisti o pubblicisti esperti in lingua, impiegati per la realizzazione del progetto e direttamente imputabili allo stesso, compresi i relativi oneri assistenziali e previdenziali, sia che il suddetto personale sia legato al beneficiario da un rapporto di lavoro dipendente o che sia contrattualizzato attraverso contratti di lavoro di qualsiasi tipo.
  • LINEA B:
    • Sono considerati ammissibili i seguenti costi diretti:
      • spese dirette di personale interno o esterno (autori, illustratori, grafici, etc.), relative in primis al personale esperto in lingua;
      • altre spese dirette di produzione editoriale, acquisizione immagini, editing, grafica;
      • costi di stampa e confezionamento;
      • costi per l’edizione multimediale, digitale e/o on-line.
  • LINEA C1.
    • Sono ammissibili i seguenti costi direttamente imputabili al progetto:
      • spese di personale direttamente imputabili al progetto, relative in primis al personale esperto in lingua minoritaria o varietà alloglotta;
      • spese di pre-produzione, produzione e post-produzione, ad eccezione delle spese di personale ricomprese nella voce precedente.
  • LINEA C2:
    • Sono ammissibili i seguenti costi direttamente imputabili al progetto:
      • spese di personale direttamente imputabili al progetto;
      • spese di pre-produzione, produzione e post-produzione, ad eccezione delle spese di personale ricomprese nella voce precedente.
  • LINEA E:
    • Sono ammissibili le spese relative al personale direttamente impiegato per la realizzazione del progetto e strettamente imputabili allo stesso, compresi i relativi oneri assistenziali e previdenziali, in primis le spese per gli esperti in lingua sarda e/o altre varietà linguistiche di minoranza parlate in Sardegna.
Note
<p>Le proposte devono essere inviate mediante Posta Elettronica Certificata all’indirizzo PEC: [email protected].<br /> Il criterio di valutazione è a graduatoria con attribuzione di punteggio.</p>
Codici ATECO ammissibili
J 58 Attività editoriali (58.11 Edizione di libri, 58.12 Pubblicazione di elenchi e mailing list, 58.13 Edizione di quotidiani, 58.14 Edizione di riviste e periodici, 58.19 Altre attività editoriali, 58.21 Edizione di giochi per computer, 58.29 Edizione di altri software)