L’opportunità in pillole

REGIONE PIEMONTE – Grandi eventi sportivi

Purtroppo non puoi accedere a questo contenuto 😕

Però possiamo rimediare subito 🤓

Se non hai eseguito il login

Accedi cliccando qui

Se non sei registrato/a

Registrati in pochi clic da questa pagina

Se la prova di 30 giorni è scaduta

Richiedi un rinnovo gratuito rispondendo all'e-mail di iscrizione iniziale

i

Settori

No profit, Servizi

Territorio

Piemonte (Alessandria, Asti, Biella, Cuneo, Novara, Torino, Verbano Cusio Ossola, Vercelli)

Destinatari

Associazioni/Onlus/Consorzi (No Profit)

Tipologia di aiuto

Contributi a fondo perduto

Investimenti spesati

Attrezzature e Macchinari, Consulenze/Servizi, Fiere e Internazionalizzazione, Marketing

Complessità

Intermedia
q

Data di apertura

01/03/2024 10:00
q

Scadenza

Bando chiuso

Cosa puoi fare adesso:

Descrizione

Il presente Avviso disciplina le modalità di assegnazione di contributi a fondo perduto a sostegno dell’organizzazione dei Grandi eventi sportivi (Misura B.5).

Tali contributi, a seconda della tipologia, sono finalizzati a:

  • promuovere il Piemonte come Regione caratterizzata dalla capacità di attrarre e organizzare G.E.S. ed E.S. nonché rafforzare l’immagine di territorio a forte vocazione sportiva in collaborazione con tutte le organizzazioni private e pubbliche coinvolte;
  • qualificare e orientare la visibilità internazionale del territorio piemontese, anche in una prospettiva turistica, per i visitatori interessati a praticare attività sportive e/o assistere ad eventi ad esso collegati tenuto comunque conto della diversa forza attrattiva dei G.E.S. e degli E.S.;
  • valorizzare il brand regionale grazie alla risonanza e al prestigio legati alle caratteristiche sportive dei G.E.S.;
  • incentivare la pratica sportiva nei residenti in Piemonte anche grazie all’effetto traino rappresentato dai G.E.S.;
  • contrastare le conseguenze dell’emergenza economica e post-pandemica, favorendo iniziative e progettualità volte a supportare le Federazioni, le SSD e le ASD e a soddisfare le necessità dei soggetti che operano, a diverso titolo, nel movimento sportivo e che praticano attività sportiva a livello amatoriale, dilettantistico e agonistico tramite gli E.S.;
  • sostenere le capacità tecnico–organizzative del territorio;
  • perseguire l’interazione tra attività sportiva, attività turistica e culturale;
  • valorizzare gli investimenti infrastrutturali e di impiantistica sportiva;
  • promuovere azioni di concertazione tra enti territoriali e sistema sportivo.

Soggetti beneficiari

I soggetti beneficiari che potranno presentare istanza, al fine di ricevere il contributo a fondo perduto, sono:

  • C.O.N.I. Comitato Regionale Piemonte;
  • C.I.P. Comitato Regionale Piemonte;
  • Federazioni sportive nazionali (F.S.N.) e relativi Comitati regionali, riconosciute dal C.O.N.I. o dal C.I.P.;
  • Discipline sportive associate (D.S.A.) e relativi Comitati regionali, riconosciute dal C.O.N.I. o dal C.I.P.;
  • Associazioni sportive dilettantistiche (A.S.D.), riconosciute dal C.O.N.I. o dal C.I.P. e iscritte nel registro nazionale;
  • Società sportive di capitali di cui al libro V, titoli V e VI, del codice civile, riconosciute dal C.O.N.I. o dal C.I.P. e iscritte nel registro nazionale;
  • Enti e comitati appositamente costituiti con finalità sportive, aggregative e sociali, ai sensi del codice civile e delle leggi in materia;
  • Soggetti organizzatori in esclusiva di eventi sportivi;
  • Altri soggetti pubblici o privati che abbiano maturato specifiche e riconosciute competenze nel settore sportivo e ludico – motorie – ricreative (comprese le Federazioni Sportive Internazionali riconosciute dal C.I.O.).

Entità e forma dell’agevolazione

Per la presente misura il contributo è così suddiviso:

  • Assegnazione titoli mondiali –  il contributo non potrà superare la misura del 50% della spesa ritenuta ammissibile, e comunque entro il limite di contribuzione massima di euro 300.000,00.
  • Assegnazione titoli europei – il contributo non potrà superare la misura del 50% della spesa ritenuta ammissibile, e comunque entro il limite di contribuzione massima di euro 250.000,00.
  • Assegnazione titoli italiani – il contributo non potrà superare la misura del 50% della spesa ritenuta ammissibile, e comunque entro il limite di contribuzione massima di euro 200.000,00;
  • Fasi finali Campionati giovanili, universitari – il contributo non potrà superare la misura del 50% della spesa ritenuta ammissibile, e comunque entro il limite di contribuzione massima di euro 150.000,00;
  • Grandi eventi atleti disabili – il contributo non potrà superare la misura del 50% della spesa ritenuta ammissibile, e comunque entro il limite di contribuzione massima di euro 100.000,00;
  • Eventi inseriti in serie, tour o campionati europei o mondiali – il contributo non potrà superare la misura del 50% della spesa ritenuta ammissibile, e comunque entro il limite di contribuzione massima di euro 250.000,00.

Sono destinate, a tale scopo, complessivamente risorse regionali pari ad € 1.769.362,50.

Attività finanziabili e Spese ammissibili

I “Grandi eventi sportivi” si distinguono per le seguenti caratteristiche:

  • assegnazione di titolo nazionale o internazionale;
  • livello nazionale o internazionale della manifestazione sportiva;
  • manifestazione rientrante tra le massime espressioni agonistiche della disciplina sportiva di riferimento (Campionati mondiali, Campionati europei, gare di Coppa del mondo, prove di qualificazione olimpica e paralimpica e competizioni internazionali riconosciute dal CONI o dal CIP, coppe e circuiti internazionali di massimo livello; maratone internazionali riconosciute dalla IAF);
  • elevata partecipazione di atleti e tecnici, di nazioni rappresentate, di spettatori, di testimonial, non necessariamente in valore assoluto ma soprattutto in rapporto alle specificità della disciplina sportiva;
  • alto potenziale di visibilità nazionale e internazionale, anche in ragione della sua risonanza mediatica (reti televisive e radiofoniche, stampa, internet, social) in grado di garantire un ritorno di immagine del territorio piemontese anche mediante diretta o differita dell’evento su emittenti radio/televisive/internet del circuito nazionale e regionale;
  • manifestazione con elevata ricaduta turistica sul territorio, sia in relazione alla partecipazione diretta di atleti, tecnici e spettatori, sia in relazione ai turisti attirati dall’evento;
  • previsione di iniziative di comunicazione e promozione anche via web, social network e azioni promozionali-pubblicitarie, attraverso mass-media finalizzate alla promozione turistica e sportiva del territorio piemontese in occasione del grande evento.

Le spese ammissibili, nel dettaglio, sono le seguenti:

  • spese per affitto impianti e strutture da inserire in quota parte riconducibile al periodo di svolgimento dell’evento;
  • spese per noleggio attrezzature, strettamente necessarie per l’allestimento;
  • spese per acquisto di materiale sportivo, strettamente necessario allo svolgimento della manifestazione;
  • spese per coperture assicurative, obbligatorie e non, direttamente riferibili all’evento, elative ai soggetti coinvolti nello svolgimento dell’attività e a terzi;
  • spese di registrazione dell’evento presso gli organi sportivi federali, diritti d’autore, occupazione di suolo pubblico, affissioni;
  • spese sostenute per ingaggi, premi, omaggi;
  • spese sostenute direttamente dall’organizzatore dell’evento per ospitalità e trasporti;
  • spese sostenute per l’assistenza sanitaria e spese mediche a vario titolo inerenti l’evento sportivo;
  • spese sostenute per la promozione e comunicazione dell’evento;
  • spese sostenute per gli operatori sportivi (arbitri, giudici di gara, tecnici) e rimborsi spesa a volontari;
  • Altre spese direttamente connesse al progetto/attività/ intervento (non rientranti nelle voci precedenti).

Sono ammissibili solo i giustificativi di spesa emessi dal 1° gennaio 2024 al 31 dicembre 2024 per eventi 2024. Solo per eventi organizzati già nel 2023 ma realizzati nel primo semestre 2024 è possibile presentare giustificativi a partire dal 1° ottobre 2023.

Note
<p>L’istanza deve essere presentata all’indirizzo web: <a class="keyFocusNone" href="https://servizi.regione.piemonte.it/catalogo/bandi-cultura-turismo-sport-finanziamenti-domande">https://servizi.regione.piemonte.it/catalogo/bandi-cultura-turismo-sport-finanziamenti-domande.</a><br /> Il criterio di valutazione è a graduatoria con attribuzione di punteggio.</p>
Codici ATECO ammissibili
R 93 Attività sportive, di intrattenimento e di divertimento (93.11 Gestione di impianti sportivi, 93.12 Attività di club sportivi, 93.13 Palestre, 93.19 Altre attività sportive, 93.21 Parchi di divertimento e parchi tematici, 93.29 Altre attività ricreative e di divertimento)