L’opportunità in pillole

REGIONE LOMBARDIA – Bando di sostegno alle imprese di intrattenimento da ballo 2023

Purtroppo non puoi accedere a questo contenuto 😕

Però possiamo rimediare subito 🤓

Se non hai eseguito il login

Accedi cliccando qui

Se non sei registrato/a

Registrati in pochi clic da questa pagina

Se la prova di 30 giorni è scaduta

Richiedi un rinnovo gratuito rispondendo all'e-mail di iscrizione iniziale

i

Settori

Servizi

Territorio

Lombardia (Bergamo, Brescia, Como, Cremona, Lecco, Lodi, Mantova, Milano, Monza e Brianza, Pavia, Sondrio, Varese)

Destinatari

PMI e Micro Imprese

Tipologia di aiuto

Contributi a fondo perduto

Investimenti spesati

Assunzioni e Personale, Attrezzature e Macchinari, Consulenze/Servizi, Formazione, Impiantistica/Opere edili, Marketing

Complessità

Intermedia
Attenzione: per accedere a questo bando l'azienda deve essere in possesso di specifiche qualifiche o iscrizioni. Trovi il dettaglio di questi requisiti nel testo riassuntivo qui sotto.

Descrizione

Il presente bando vuole sostenere le imprese di intrattenimento da ballo tramite la concessione di sovvenzioni a fondo perduto per la realizzazione di interventi volti al rafforzamento delle condizioni di sicurezza nei locali ed al rinnovo e alla ristrutturazione degli arredi, degli impianti e dei dispositivi tecnologici presenti nei locali, finalizzati a garantire livelli maggiori di sicurezza, a conseguire l’efficientamento energetico e a ridurre l’inquinamento acustico.

Soggetti beneficiari

Possono presentare domanda per il presente bando le imprese di intrattenimento da ballo in possesso dei seguenti requisiti:

  • essere iscritti al Registro delle Imprese e risultare attivi;
  • esercitare attività di intrattenimento danzante, anche con musica dal vivo, come attestato dall’attribuzione del codice ATECO 93.29.10, risultante presso il Registro delle Imprese, come attività prevalente o secondaria dell’impresa oppure come attività primaria o secondaria dell’unità locale sita in Lombardia, oppure presso l’Agenzia delle Entrate;
  • disporre di almeno una unità locale nel territorio della Lombardia, risultante presso il Registro delle Imprese, adibita a locale da ballo, con una capienza minima di 200 persone;
  • disporre, per tale locale da ballo, della licenza di agibilità per pubblico spettacolo prevista.

Entità e forma dell’agevolazione

L’agevolazione è costituita da un contributo a fondo perduto pari al 50% delle spese complessive ammissibili, per ciascuna categoria di spese (capitale e corrente), fino a un massimo di € 25.000,00.
Saranno ammessi progetti con importo complessivo di spese ammissibili non inferiore a € 30.000,00.

La dotazione complessiva è di € 450.000,00 di cui:

  • € 300.000,00 per spese di parte corrente
  • € 150.000,00 per spese in conto capitale.

Attività finanziabili e spese ammissibili

Sono ammissibili progetti presentati da imprese di intrattenimento da ballo che perseguano una o più delle seguenti finalità:

  • il rafforzamento delle condizioni di sicurezza nei locali, anche attraverso la predisposizione e riqualificazione di impianti di illuminazione e di videosorveglianza sia all’esterno dei locali sia nei parcheggi, nonché l’organizzazione di servizi di navetta e la stipula di convenzioni per l’utilizzo del servizio taxi, al fine di favorire gli spostamenti degli avventori dai locali in condizioni di sicurezza;
  • il rinnovo e la ristrutturazione degli arredi, degli impianti e dei dispositivi tecnologici presenti nei locali, finalizzati a garantire livelli maggiori di sicurezza, a conseguire l’efficientamento energetico e a ridurre l’inquinamento acustico.

Sono ammissibili le seguenti tipologie di spesa, purché connesse al perseguimento delle finalità sovraesposte:

  • per le spese di natura corrente:
    • spese per la manutenzione e la gestione di dispositivi di illuminazione notturna esterna;
    • spese per la manutenzione e la gestione di sistemi di videosorveglianza;
    • spese finalizzate all’utilizzo di servizi taxi per gli avventori del locale;
    • spese per l’organizzazione di servizi di navetta a disposizione dei clienti, tramite mezzi propri o convenzionati;
    • spese di promozione di attività formative, anche in collaborazione col sistema scolastico, per diffondere la cultura del divertimento sano insieme a quella dell’educazione e comunicazione musicale, nonché per promuovere la prevenzione sull’uso di stupefacenti e l’abuso di alcol;
    • spese per corsi di formazione e aggiornamento in materia di sicurezza per tutto il personale;
    • costi per il personale addetto alla sicurezza del locale e per il personale addetto alla guida di servizi di navetta a disposizione dei clienti (massimo 50% delle altre spese correnti sopra elencate);
  • per le spese in conto capitale:
    • spese per l’acquisto e l’installazione e la manutenzione straordinaria di sistemi di videosorveglianza, dispositivi antincendio e altre attrezzature per la sicurezza sia all’interno del locale che nelle aree esterne e di parcheggio;
    • spese per l’acquisto e l’installazione e la manutenzione straordinaria di dispositivi di illuminazione notturna esterna;
    • spese per la realizzazione di collegamenti telefonici, telematici e informatici strettamente finalizzati al collegamento degli impianti di sicurezza con centrali di vigilanza pubblica o privata;
    • spese per l’acquisto e l’installazione e la manutenzione straordinaria di attrezzature ed impianti per il risparmio energetico ed il monitoraggio dei consumi energetici, anche in sostituzione di quelli esistenti;
    • spese per l’acquisto e l’installazione di sistemi di isolamento acustico;
    • spese per l’acquisto o il rinnovo di arredi conformi alla normativa antincendio o finalizzati a conseguire l’efficientamento energetico e ridurre l’inquinamento acustico;
    • spese per l’abbattimento delle barriere architettoniche;
    • spese per la realizzazione di opere e lavori edili finalizzate alla realizzazione degli interventi di cui sopra;
    • spese tecniche di consulenza correlate alla realizzazione degli interventi di cui sopra (progettazione, direzione lavori, relazioni tecniche specialistiche, contributi obbligatori dei professionisti, ecc.).

Sono ammissibili le spese sostenute e quietanzate dal beneficiario a partire dalla data del 1° gennaio 2023 ed entro la data di presentazione della domanda.

Note
<p>Le domande potranno essere presentate esclusivamente tramite la piattaforma informativa <a href="https://www.bandi.regione.lombardia.it/procedimenti/new/bandi/home">“Bandi Online”.</a><br /> Le domande in possesso dei requisiti di ammissibilità saranno finanziate in ordine cronologico di presentazione.</p>
Codici ATECO ammissibili
R 93 Attività sportive, di intrattenimento e di divertimento (93.29 Altre attività ricreative e di divertimento)