L’opportunità in pillole

REGIONE EMILIA ROMAGNA – Concessione di contributi per attività di informazione di Itinerari turistico-enogastronomici

Purtroppo non puoi accedere a questo contenuto 😕

Però possiamo rimediare subito 🤓

Se non hai eseguito il login

Accedi cliccando qui

Se non sei registrato/a

Registrati in pochi clic da questa pagina

Se la prova di 30 giorni è scaduta

Richiedi un rinnovo gratuito rispondendo all'e-mail di iscrizione iniziale

i

Settori

Agricoltura, No profit

Territorio

Emilia Romagna (Bologna, Ferrara, Forlì-Cesena, Modena, Parma, Piacenza, Ravenna, Reggio Emilia, Rimini)

Destinatari

Associazioni/Onlus/Consorzi (No Profit), PMI e Micro Imprese

Tipologia di aiuto

Contributi a fondo perduto

Investimenti spesati

Consulenze/Servizi, Marketing

Complessità

Intermedia

Descrizione

Il presente bando intende favorire la conoscenza e la promozione del territorio incoraggiando la scoperta della cultura enogastronomica di diverse zone ed areali. Gli Itinerari turistico-enogastronomici rappresentano lo strumento d’elezione per la valorizzazione del patrimonio enogastronomico e la promozione del turismo nei luoghi di produzione dei vini e dei prodotti tipici e tradizionali di qualità tramite il contributo dei relativi Organismi di gestione.

Soggetti beneficiari

Possono usufruire dei contributi previsti dal presente avviso:

  • gli Organismi di gestione degli Itinerari turistico-enogastronomici, che non siano stati oggetto di provvedimento di revoca del riconoscimento;
  • i raggruppamenti tra gli Organismi di gestione di cui al precedente alinea. In questo caso il raggruppamento temporaneo deve costituirsi in ATI/ATS.

Gli Organismi di gestione degli Itinerari turistico-enogastronomici richiedenti devono essere in possesso dei seguenti requisiti:

  • essere in possesso di un Codice Fiscale attivo;
  • essere iscritti all’Anagrafe Regionale delle Aziende Agricole;
  • essere in regola con i versamenti contributivi, previdenziali e assistenziali.

Entità e forma dell’agevolazione

L’intensità dell’aiuto è fissata nel seguente modo:

  • misura massima del 50% delle spese ammissibili, se collegate alle azioni ammesse agli Organismi di gestione a cui aderisca almeno una grande impresa;
  • misura massima del 60% delle spese ammissibili, se collegate alle azioni ammesse agli Organismi di gestione a cui aderiscono solo micro, piccole e medie imprese.

L’entità non può essere inferiore ad € 10.000 e non superiore all’importo di € 60.000. 

È ammessa altresì la presentazione di un progetto da parte di due o più Itinerari associati in ATI/ATS. In tal caso l’entità del progetto non può essere inferiore a € 20.000 e non superiore a € 120.000. 

La disponibilità finanziaria è pari ad € 250.000,00 di cui:

  • € 50.000,00 sull’anno di previsione 2023;
  • € 200.000,00 sull’anno di previsione 2024.

Attività finanziabili e Spese ammissibili

Sono ammissibili a contributo le seguenti attività di informazione:

  • organizzazione e partecipazione ad eventi ed iniziative mirate alla presentazione dell’offerta enogastronomica dell’Itinerario;
  • pubblicazioni destinate a sensibilizzare il grande pubblico in merito ai vini e ai prodotti agricoli e alimentari tipici e tradizionali di qualità;

Nello specifico sono ritenute ammissibili le seguenti spese:

  • Organizzazione e partecipazione a concorsi, fiere, esposizioni, educational tour e workshop. Le spese di partecipazione comprendono: 
    • spese di iscrizione;
    • spese di viaggio (in classe economica per una unità di personale) e di spedizione prodotti oggetto dell’azione promozionale;
    • spese per pubblicazioni e siti web che annunciano l’evento
  • Pubblicazioni destinate a sensibilizzare il grande pubblico in merito ai vini e prodotti agricoli e alimentari tipici e tradizionali di qualità. Le spese di partecipazione comprendono: 
    • spese delle pubblicazioni su supporto cartaceo;
    • spese di pubblicazioni su supporto elettronico, comprensive del costo per l’acquisto del supporto medesimo;
    • siti web e annunci pubblicitari sui media elettronici, alla radio o in televisione, ivi comprese le spese per azioni di marketing digitale e social media management.

Il periodo di eleggibilità delle spese decorre dalla data di presentazione della domanda di contributo fino al 31 dicembre 2024. 

Note
<p>La sottoscrizione della domanda deve avvenire con firma digitale o con firma autografa accompagnata da copia del documento di identità del sottoscrittore e inviata all’indirizzo PEC: [email protected] .</p>
Codici ATECO ammissibili
A 01 Coltivazioni agricole e produzione di prodotti animali, caccia e servizi connessi (01.11 Coltivazione di cereali (escluso il riso), legumi da granella e semi oleosi, 01.12 Coltivazione di riso, 01.13 Coltivazione di ortaggi e meloni, radici e tuberi, 01.14 Coltivazione di canna da zucchero, 01.15 Coltivazione di tabacco, 01.16 Coltivazione di piante tessili, 01.19 Floricoltura e coltivazione di altre colture non permanenti, 01.21 Coltivazione di uva, 01.22 Coltivazione di frutta di origine tropicale e subtropicale, 01.23 Coltivazione di agrumi, 01.24 Coltivazione di pomacee e frutta a nocciolo, 01.25 Coltivazione di altri alberi da frutta, frutti di bosco e in guscio, 01.26 Coltivazione di frutti oleosi, 01.27 Coltivazione di piante per la produzione di bevande, 01.28 Coltivazione di spezie, piante aromatiche e farmaceutiche, 01.29 Coltivazione di altre colture permanenti (inclusi alberi di Natale), 01.30 Riproduzione delle piante, 01.41 Allevamento di bovini da latte, 01.42 Allevamento di altri bovini e di bufalini, 01.43 Allevamento di cavalli e altri equini, 01.44 Allevamento di cammelli e camelidi, 01.45 Allevamento di ovini e caprini, 01.46 Allevamento di suini, 01.47 Allevamento di pollame, 01.49 Allevamento di altri animali, 01.50 Coltivazioni agricole associate all'allevamento di animali: attività mista, 01.61 Attività di supporto alla produzione vegetale, 01.62 Attività di supporto alla produzione animale, 01.63 Attività successive alla raccolta, 01.64 Lavorazione delle sementi per la semina, 01.70 Caccia, cattura di animali e servizi connessi)
A 02 Silvicoltura ed utilizzo di aree forestali (02.10 Silvicoltura ed altre attività forestali, 02.20 Utilizzo di aree forestali, 02.30 Raccolta di prodotti selvatici non legnosi, 02.40 Servizi di supporto per la silvicoltura)
A 03 Pesca e acquacoltura (03.11 Pesca marina, 03.12 Pesca in acque dolci, 03.21 Acquacoltura marina, 03.22 Acquacoltura in acque dolci)